Sformatini di Avena con Ragù bianco di Zucca e Funghi e Cuore filante al Tartufo

Ingredienti


2 cucchiai di verdure per soffritto
un cucchiaio di rosmarino)
1 kg di zucca (pesata con la buccia)
olio extravergine di oliva
2 bacche di ginepro
un chiodo di garofano
un dado ai funghi porcini
un vasetto di funghi porcini sott’olio
un bicchiere di vino rosso (io ho usato un blend di Nero d’Avola e Shyrah Quattrocieli)
due tazze di acqua
sale
pepe lungo
300 gr di avena decorticata biologica BIOBON
un vasetto di stracchino al tartufo (distribuito da Yeseatis)
Fettine (Morbidissime Camoscio d’Oro) qb

Portata

Antipasti

Preparato con

Preparazione

Inumidisci le verdure per il soffritto e il rosmarino con un filo d’acqua, per farle rinvenire. Nel frattempo monda la zucca: elimina la scorza, i semi, i filamenti e cubettala finemente.
Soffriggi nell’olio le verdure e il rosmarino reidratati, con le bacche di ginepro pestate al mortaio, il chiodo di garofano intero e il dado ai funghi. Unisci la zucca e i porcini, insaporisci per qualche minuto e sfuma con il vino. Alza la fiamma per far evaporare l’alcool, quindi versa il brodo, riporta ad ebollizione, copri e abbassa la fiamma.
Lascia sobbollire dolcemente per circa un’ora, mescolando di tanto in tanto, finché il liquido non sarà ritirato quasi del tutto. Al termine della cottura, dovrai ottenere un fondo molto cremoso, in cui siano comunque riconoscibili le verdure dadolate.
Aggiusta di sale e di pepe (io per la zucca preferisco sempre utilizzare il pepe lungo o quello garofanato, ma è una questione di gusti).
Cuoci l’avena come da istruzioni sulla confezione, scolala e condiscila con il sugo di zucca.
Aiutandoti con un coppa pasta, modella l’avena in tanti sformatini cilindrici, che disporrai in una pirofila da forno leggermente oleata. Introduci al centro di ognuno un dadino di formaggio al tartufo e ricoprilo con ulteriore avena.
Passa in forno per una decina di minuti, il tempo di far filare lo stracchino; nel frattempo ritaglia le fettine con degli stampini da biscotti a piacere e, all’uscita dal forno, utilizza le formine per decorare gli sformatini.
Condividi:

Acquista i prodotti

Ricetta a cura di

L'Omin di Panpepato

Creatività, passione, allegria, un pizzico di originalità.

"Quindi forse ha ragione, forse non e' un libro di cucina. E' un'ancora, da parte mia per tutte le altre donne, perché voglio che sappiano che c'e' sempre un'occasione per far bene qualcosa, anche se e' solo un semplice sformato." (Bree Van de Kamp)
Scheda Blogger
Vai al Blog