Spalmati sesamo

Ingredienti


Adoro la tahina! Questo burro di sesamo ha un retrogusto amarognolo ed e’davvero fantastico. Il suo profumo e il suo sapore ricorda un po’ il burro di arachidi ma l’aroma inconfondibile del sesamo gli conferisce quella marcia in piu’. Questa crema e’ ottima su crostini stemperata con un po’ di succo di limone, sui toast, per condire la pasta, per arricchire dessert e utilizzato al posto della margarina. Prepararlo e’ davvero semplice e vi fara’ rispamiare tanto! Ecco cosa serve…

1 cup e 1/2 di semi di sesamo biologici i semi del benessere
6 cucchiai di olio di germe di mais o di girasole bio
1 pizzico di sale

Portata

Condimenti e salse

Preparato con

Preparazione

Metti i semi di sesamo in una padella dal fondo spesso. Tostali per 5 minuti circa ma fai attenzione a non bruciarli! Trasferiscili in un contenitore e attendi che si raffreddino. Mettili in un robot da cucina, aggiungi un pizzico di sale e trita il tutto fino ad ottenere una farina molto fine. Aggiungi l’olio e continua a frullare per un altro minuto. Trasferisci in un barattolo di vetro e conserva in frigorifero coprendo la superficie con un goccio di olio.

Ferro, magnesio, selenio, fosforo e soprattutto calcio! Il sesamo è davvero un alimento prezioso. Utile nei periodi di convalescenza, previene l’osteoporosi e protegge i denti, rafforza il sistema immunitario e contrasta gli effetti dei radicali liberi inoltre è utile per prevenire malattie cardiovascolari in quanto ricco di omega 3 e omega 6. Essendo un seme oleoso è molto calorico quindi va usato spesso ma con parsimonia ;-) Il sesamo mipiacemifabene ;-) alla prossima ricetta!
Condividi:

Acquista i prodotti

Ricetta a cura di

Mipiacemifabene

Creatività, passione, allegria, un pizzico di originalità.

Mipiacemifabene e' un contenitore web che raccoglie ricette, fotografie, video e interessanti articoli che riguardano una sana e gustosa alimentazione. Un progetto che nasce da un'idea di Federica Gif; un'artista appassionata di cucina naturale. Spesso di fronte ad un piatto appetitoso ci si tiene a distanza perché le cose che piacciono di solito sono estremamente caloriche e malsane, di conseguenza "mi piace" viene seguito da "non posso"... "Mipiacemifabene" vuole rivoluzionare questo concetto. ...
Scheda Blogger
Vai al Blog