Pastiera esotica ai 5 cereali

Ingredienti

Per la farcitura
600 g di latte
200 g di ricotta fresca
90 g di zucchero di canna
70 g di Zuppah! selezione di 5 cereali Melandri
40 g di cocco rapè
20 g di zenzero candito
1 uovo
2 cucchiai di succo di limone
scorza di 1 limone
1/3 di bacca di vaniglia

Per la pasta
150 g di farina 00
80 g di zucchero di canna
20 g di cocco rapè
2 tuorlo
75 g di burro
scorza di 1 limone

Portata

Dolci e dessert

Preparato con

Preparazione

Lavate la zuppa, scolatela e cuocete a fiamma bassa per 40-45 minuti nel latte con la scorza del limone grattugiata, la polpa della vaniglia e 30 g di zucchero, lasciate il composto un po' liquido, si assorbirà raffreddando.
Preparate la pasta, frullate lo zucchero di canna finché sarà molto fine. Unite tutti gli ingredienti per la frolla ed lavorateli assieme fino a formare un composto omogeneo, avvolgetelo nella pellicola per alimenti e mettete in frigorifero per 60 minuti.
Nel frattempo in una ciotola sbattete l'uovo per il ripieno, unite la ricotta, lo zenzero tritato finemente, lo zucchero rimasto, il cocco rapè, il succo di limone e i cereali freddi, mescolate bene.
Riprendete la pasta e stendetela alta mezzo centimetro.
Foderate una teglia da 20 centimetri leggermente unta, create un bordo alto circa 4 centimetri, rifilate e tenete da parte la pasta avanzata.
Rovesciate il ripieno all'interno della pasta.
Lavorate la pasta rimasta, stendetela nuovamente, tagliate delle strisce larghe 2 centimetri e formate la classica griglia sulla pastiera.
Cuocete a 180°C per 40 minuti, se la superficie dovesse scurirsi troppo coprite con un foglio di alluminio.
Fate raffreddare la pastiera prima di sformarla.
Conservatela in frigorifero e toglietela 20 minuti prima di servirla.

Suggerimenti
Un’alternativa golosa alla classica pastiera napoletana.
Per una buona riuscita del dolce è fondamentale che la zuppa, una volta cotta, mantenga un po’ di liquido
che assorbirà raffreddandosi, diversamente avrete un ripieno troppo asciutto.
Condividi:

Acquista i prodotti

Ricetta a cura di

L'ombelico di Venere

Creatività, passione, allegria, un pizzico di originalità.

Romagnola d'origine sono molto legata alla mia terra e per questo ho deciso di onorarla chiamando il mio blog con il simbolo culinario che la rappresenta, il tortellino!! Sono appassionata di cucina da sempre, sono curiosa e mi annoio facilmente per questo son sempre alla ricerca di nuovi prodotti e nuovi abbinamenti che mi diano entusiasmo e mi permettano di migliorare sempre di più e chissà magari un giorno di realizzare il mio sogno di diventare cuoco a domicilio!
Scheda Blogger
Vai al Blog