Lenticchie, una miniera di salute e di ferro

Lenticchie, una miniera di salute e di ferro
Le lenticchie sono un prezioso tesoro nutrizionale, caratterizzate da un basso contenuto di grassi, una vera miniera di proteine vegetali e di fibre, un’ottima fonte di carboidrati, vitamine e sali minerali (in particolare ferro, potassio e fosforo).

Fin dai tempi antichi, le lenticchie sono considerate la “carne dei poveri”, proprio a voler sottolineare l’apporto di proteine e nutrienti fondamentali a fronte di una materia prima dal costo relativamente basso.

Abbinando alle lenticchie (come in generale ai legumi) i cereali (pasta, pane, riso, orzo, farro), si ottengono dei piatti con contenuto di proteine nobili (alto valore biologico), perché gli aminoacidi degli uni si completano con gli altri.

La grande quantità di fibre le rende molto importanti e utili per il funzionamento dell’apparato intestinale, per regolare il livello di glucosio e per tenere sotto controllo il livello del colesterolo.

Le lenticchie sono ricche di vitamine, soprattutto del gruppo B, funzionali per regolare il metabolismo, in particolare acido folico, che contribuisce al buon funzionamento del sistema nervoso ed è utile soprattutto alle donne in gravidanza, tiamina, utile per favorire la memoria e la concentrazione, mentre il contenuto consistente di vitamina PP fa sì che esse abbiano anche la proprietà di fungere da potente equilibratore del sistema nervoso e del metabolismo energetico.

Ma non è tutto: le lenticchie contengono anche isoflavoni, antiossidanti utili per contrastare i processi di invecchiamento organici. Gli esperti consigliano di consumarle soprattutto in virtù delle loro proprietà antiossidanti che agiscono positivamente sugli inquinanti a cui tutti siamo soggetti.

L’assorbimento del ferro, contenuto in gradi quantità, ma di più difficile assorbimento rispetto a quello della carne, può essere favorito accompagnando il loro consumo con alimenti ricchi di vitamina C: succo di limone, prezzemolo, peperoni, rucola oppure scegliere un frutto a fine pasto tra kiwi, arance, ribes e frutti di bosco.

Alla luce di tutte queste straordinarie proprietà utili per l’organismo, è chiaro quanto sia importante mantenere le lenticchie nella nostra dieta settimanale e consumarle non solo durante le festività come ci consigliano le nostre tradizioni ma durante tutto l’anno, anzi meglio sarebbe il consumo almeno una volta alla settimana.
Condividi: