In quanti modi si possono mangiare i semi oleosi

In quanti modi si possono mangiare i semi oleosi
I semi oleosi sono preziosi alleati per la nostra salute, in- sostituibili per le loro proprietà nutrizionali, ideali per chi cerca un’alimentazione sana, nutriente e naturale, senza rinunciare al gusto. 

I semi oleosi sono sfiziosi e si prestano a tantissime preparazioni sono perfetti per:
  • Verdure fresche e cotte: basta cospargerne un po’ sulle insalate miste o sulle verdure cotte.
  • Salse e condimenti: si frantumano nel mortaio o nel macinacaffè, quindi si mescolano con erbe aromatiche, olio d’oliva, aglio, cipolla e così via, per ottenere salse adatte a pasta, pinzimonio, insalate miste, uova sode, pesce al vapore.
  • Zuppe e minestre: si aggiungono a ne cottura o direttamente nel piatto.
  • Ripieni e impasti: involtini, torte salate, ravioli, gnocchi e crocchette di cereali o di verdure acquistano un gusto speciale.
  • Dolci: adatti a preparare crostate, strudel, plum-cake e croccanti.
  • Macedonia, frullati e frutta cotta
  • Prima colazione: in aggiunta ai cereali e/o muesli, granola e trail mix.
  • Pane e prodotti da forno: mescolandoli all’impasto delle farine.
  • Gelati e yogurt
  • Barrette energetiche: ag- giungere uno o due cucchiai di semi misti, eventualmente tritati.
  • Snack in ufficio, in auto, in palestra.
  • Impanature croccanti di verdure, pollo o gamberi: basterà sostituirli o aggiungerli al pangrattato e il gioco è fatto!
  • Aperitivi
Condividi: