Cereali: con e naturalmente senza glutine

Cereali: con e naturalmente senza glutine
Cos’è il Glutine?
Il glutine è una sostanza proteica naturalmente presente in diversi tipi di cereali: grano, segale, orzo, avena, farro, kamut, ma che viene anche utilizzata dalle industrie alimentari come addensante per “tenere insieme” gli ingredienti: lo si trova in diversi prodotti industriali, anche insospettabili, come sughi, zuppe pronte, salumi, gelati e cioccolato.

La classificazione dei Cereali
I cereali vengono classificati in:
• Cereali con glutine (non adatti ai celiaci): avena, farro, frumento, orzo, segale
• Cereali naturalmente privi di glutine (adatti ai celiaci): mais, miglio, riso, sorgo
• Pseudocereali privi di glutine (adatti ai celiaci): grano saraceno, quinoa, amaranto.

È bene quindi conoscerli ma è fondamentale anche riconoscerli, ossia leggere con attenzione le etichette dei prodotti per scoprire magari le “tracce” di quelli che non si possono assumere.


Celiachia e intolleranza al Glutine
Un italiano su 100 è celiaco, cioè ha un’infiammazione cronica dell’intestino tenue, causata dal glutine. L’ADI, Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica, sostiene che negli ultimi anni si è verificato un incremento delle diagnosi della celiachia e dell’intolleranza al glutine, fino a 5 volte soprattutto nei bambini, dovuto indubbiamente ad un miglioramento delle tecniche di accertamento per riconoscere questi disturbi, ma le cause si identificano in un aumento del consumo di grano, a una modificazione della qualità del frumento e del glutine presenti nei prodotti e al sempre più frequente uso del glutine nelle industrie come additivo o come riempitivo.
Nell’organismo dei celiaci il glutine scatena una risposta autoimmune e la conseguenza è un danno alla mucosa intestinale, compromettendo l’assunzione di altri nutrienti. In questo caso pertanto è necessaria un’alimentazione completamente priva di glutine.

Alimentazione naturalmente senza glutine
L’alimentazione senza glutine non è, però, come potrebbe sembrare, punitiva, limitativa o legata necessariamente al concetto di rinuncia. In natura infatti, ed anche alla base della nota alimentazione mediterranea, sono una moltitudine gli alimenti naturalmente privi di glutine che ognuno di noi consuma giornalmente e che rendono questo regime alimentare qualcosa di non necessariamente limitante per il piacere del palato e per la vita sociale. Tra questi alimenti vi sono: riso, mais, grano saraceno, legumi, patate, pesce, carne, uova, latte e formaggi, ortaggi e frutta.
Il celiaco o comunque chi presenta una intolleranza nei confronti del glutine, dispone dunque di tutti i componenti per costruire una dieta bilanciata e varia, con una particolare attenzione da prestare nella scelta delle fonti di carboidrati che devono sostituire i cereali vietati. Scelta che non deve ricadere esclusivamente sulla vastissima gamma di prodotti sostitutivi senza glutine disponibili sul mercato, ma anche sui cereali naturalmente senza glutine o altre fonti di carboidrati come le patate.

Prodotti con Spiga Barrata
A chi è stata diagnosticata la celiachia, serviranno espressamente prodotti che portino sulla confezione il marchio Spiga Barrata, un simbolo registrato e di proprietà dell’Associazione Italiana Celiachia (AIC), che alla fine degli anni ’90 ha iniziato la concessione controllata ai prodotti per i quali è stata accertata l’idoneità al consumo da parte dei celiaci (contenuto di glutine inferiore ai 20 ppm secondo quanto indicato dal Ministero della Salute). Tale simbolo, apposto sui prodotti autorizzati, pertanto aiuta ad evidenziare al consumatore celiaco l’idoneità del prodotto rispetto alle sue esigenze alimentari poiché indica i soli prodotti il cui processo produttivo è stato esaminato e certificato. L' elenco dei prodotti a Marchio Spiga Barrata viene riportato anche nel Prontuario AIC degli Alimenti.
Gli alimenti specificamente formulati per celiaci/persone intolleranti al glutine si stanno diffondendo sempre più anche nelle diete di persone non celiache ma nella convinzione che essi siano in qualche modo favorevoli per il benessere, o il dimagrimento. In realtà, prima di operare tale scelta, che potrebbe rivelarsi inutile, a volte anche dannosa, e, non per ultimo, costosa, consigliamo di affidarvi sempre ad un nutrizionista che vi potrà indicare il tipo di alimentazione da seguire.
Per chi però si approccia ad un’alimentazione che privilegia gli alimenti senza glutine o che li esclude per una forma di ipersensibilità lieve, esistono moltissimi prodotti naturalmente senza glutine e normalmente in commercio sugli scaffali dei supermercati, che sono la base per cucinare ricette fantastiche e piatti ottimi e che non faranno rimpiangere il frumento e la farina bianca, ovvero frutta, verdura, legumi, riso, mais, miglio, grano saraceno, patate, manioca, amaranto, sorgo, quinoa, semi oleosi.

La Melandri Gaudenzio srl non tratta prodotti con il marchio Spiga Barrata, ma è sempre alla ricerca di prodotti naturalmente privi di glutine.
Tuttavia, questi prodotti vengono confezionati in uno stabilimento che tratta anche cereali contenenti glutine (orzo e farro) in grani, per questo motivo in etichetta è presente la dicitura “Può contenere tracce di cereali contenenti glutine”.
Condividi: